Nuove aree destinate al pubblico spettacolo a Principina

Se la variante al piano comunale di classificazione acustica fosse approvata in Consiglio comunale, la città e la zona costiera si arricchirebbero di nuove aree destinate al pubblico spettacolo: dal parco di via Giotto a Marina di Grosseto (dal primo maggio al 30 settembre). Nuove le disposizioni anche per gli stabilimenti balneari: verrà consentita l’attività rumorosa contemporaneamente in due bagnetti se questi hanno una distanza l’uno dall’altro di almeno 80 metri.

Di questo si è parlato ieri pomeriggio nell’assemblea pubblica che si è svolta alla sala consiliare del municipio. Due i punti all’ordine del giorno dell’incontro: la «Variante al piano comunale di classificazione acustica per l’individuazione di nuove aree destinate a carattere temporaneo o mobile all’aperto» e le modifiche al «Regolamento comunale per la disciplina delle attività rumorose».

Hanno illustrato le novità ai presenti, sia privati cittadini e sia rappresentanti delle varie associazioni del territorio, l’assessore all’Urbanistica Giancarlo Tei e i tecnici dell’ufficio Ambiente. Presenti anche i consiglieri comunali Davide Buzzetti e Cristina Citernie i rappresentanti dell’associazione centro storico. «Questa proposta di variante – sottolinea Tei – è frutto di un percorso partecipativo con la cittadinanza che è cominciato già all’inizio dell’estate. La proposta di variante adesso passerà in Giunta e all’esame delle commissioni competenti e infine in Consiglio comunale. E comunque lasciatemi ringraziare Asl e Arpat per la collaborazione».

Le nuove aree che diventerebbero di pubblico spettacolo coinvolgono i parchi di via Giotto e dell’Ombrone, piazza Barsanti, zona gonfiabili in viale Europa. Parere contrario dell’Arpat per nuove aree di pubblico spettacolo nel centro storico, oltre a quelle già esistenti del Cassero e della Cavallerizza. Previste aree anche al campo sportivo di Roselle e a quello di Istia. E ancora nella zona ex Enaoli di Rispescia (in aggiunta al campo sportivo di Alberese), in piazza del Baluardo a Montepescali, alla Cava di Roselle, nell’area del Madonnino a Braccagni (in aggiunta al campo sportivo).

E infine a Marina di Grosseto che vedrebbe aggiungersi l’area Luna park, il piazzale di via dell’Elba, le aree delle attività commerciali su via Tirreno e piazza Tirreno a Principina oltre che il lungomare con relativi stabilimenti balneari per entrambe le frazioni.

(articolo di Maria Brigida Langellotti, tratto da LA NAZIONE, 12 settembre 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *